ARTIGIANI 4.0: MANI CHE FORGIANO IL FUTURO. Confartigianato alla fiera Mecspe 2017. Confartigianato Latina rappresentata da Alfredo Porcelli.

Anche quest’anno, Confartigianato è  presente con un suo Villaggio a "Mecspe 2017", la fiera di riferimento per l’industria manifatturiera che è in corso a Fiere di Parma dal 23 al 25 marzo.
In crescita il numero delle
 aziende della meccanica di Confartigianato che esporranno i loro prodotti: quest’anno sono 34.
Il
 Villaggio di Confartigianato, posto nel padiglione 7 (ingresso ovest), ha il suo cuore pulsante nell’area istituzionale, accompagnata dallo slogan “Artigiani 4.0: Mani che forgiano il futuro”, dove verrà dato ampio risalto alla mobilità elettrica, tema che ha visto alcune Associazioni provinciali di Confartigianato collaborare con importanti enti formativi locali, oltre che con l’Università. La presentazione dei progetti permetterà ai visitatori di vivere un’esperienza diretta e coinvolgente.
Il Villaggio sarà inaugurato da
 Paolo Rolandi, Presidente nazionale della Federazione Meccanica di Confartigianato.

La Confartigianato di Latina è rappresentata da Alfredo porcelli, imprenditore di POntinia, Presidente provinciale e regionale del comparto delle imprese della meccanica.
Due le
 iniziative che saranno presentate in occasione della fiera. Giovedì 23 marzo, alle ore 9.30 verrà presentato il Progetto ‘Learning e-mobility plus’ promosso dal Centro formazione professionale San Gaetano e da Confartigianato Vicenza. Il progetto è stato realizzato grazie alla collaborazione di Confartigianato Vicenza e nove partner, provenienti da Germania, Polonia e Italia e ha permesso di operare su tre ambiti strategici fondamentali: la possibilità di rafforzare e consolidare la relazione fra formazione, aziende e allievi; introdurre il tema dell’elettromobilità nei nostri percorsi formativi; sperimentare nuove metodologie didattiche e di apprendimento sfruttando le nuove tecnologie della comunicazione. Obiettivo cardine del progetto europeo “learning e-mobility” è la creazione di un percorso di formazione per preparare allievi ed operatori del settore auto individuando e promuovendo competenze tecniche anche nella mobilità elettrica ed ibrida.
Venerdì 24 marzo, alle ore 9.30, verrà presentata la Formula SAE promossa dall’Università di Padova e da Confartigianato Padova. Il progetto ha avuto come obiettivo la costruzione di una macchina che partecipa alla Formula SAE, conosciuta anche come Formula Student, vale a dire una competizione di design automobilistico riservata alle università di tutto il mondo, organizzata dalla Society of Automotive Engineers (SAE). Prevede la concezione, la progettazione, la produzione, la presentazione del progetto e la guida in pista di un’auto da corsa. RaceUP è il team della prestigiosa Università di Padova, composto da 64 studenti scelti attentamente attraverso un mirato processo di selezione e appartenenti alle diverse scuole di Ingegneria Industriale, Ingegneria Gestionale, Economia e Comunicazione. Concetti come team building, project planning e problem solving trovano la loro naturale applicazione all’interno dell’attività giornaliera di ogni membro del team, rendendo questo progetto una fedele simulazione aziendale. Il team ogni anno compete con le migliori Università provenienti da tutto il mondo, e nella sua recentissima storia ha ottenuto numerosi e importanti riconoscimenti. Visti i suoi successi, il Team è riuscito a garantire eccellente visibilità ai suoi sponsor, bilanciando le loro esigenze con professionalità. Presenza costante sul territorio: Race UP collabora con le maggiori aziende del settore provenienti prima di tutto dal Veneto, facendo proprie l’esperienza e la conoscenza di queste. Competenze tecniche che collegano direttamente il mondo dell’Università con il mondo del lavoro, per investire sui futuri lavoratori e per innovare i propri settori produttivi. Questa voglia di innovare ha spinto il team a introdurre, oltre alla vettura a combustione interna, una seconda totalmente elettrica, categoria da poco introdotta nella Formula SAE, risultando uno dei pochi team italiani a lanciarsi in questo ambizioso progetto.
Sabato 25 marzo è prevista la riunione dei Direttivi congiunti della Federazione Meccanica di Confartigianato.